Caricamento

“UNION MAKING” TRA COLLABORAZIONE E FACILITAZIONE

Sviluppo di benessere, sensemaking e intelligenza collettiva

Overview

Nuove esperienze organizzative di gruppi interfunzionali, team di progetto, unità di business internazionali, ristrutturazioni, downsizing, fusioni e acquisizioni hanno generato perdita di certezze, cambiamenti, nuovi mondi. Si tratta di nuove forme di unione tutte basate su differenza e pluralità, dove comunque resta l’ambivalenza funzionale tra collaborazione e competizione, tra bisogno di affermazione individuale e di livellamento collettivo. In questo scenario, facilitare è unire, e per facilitazione esperta si intende quell’insieme di competenze e abilità operative che gli attori organizzativi possono agire negli scambi interpersonali e tecnici, con atteggiamento consapevole e con l’obiettivo di aumentare le risorse in gioco. Il percorso consente la sperimentazione delle competenze e degli strumenti essenziali per il facilitatore: creare team dinamici, dialettici, inclusivi, costruiti su nuove forme di “allineamento costruttivo”; gestire costruttivamente nelle impasse quotidiane le forme di difficoltà, blocco e malessere; aumentare le abilità coesive, collaborative, di finalizzazione dei progetti e di union-making.

Programma

  • I primi metodi per facilitare
    Alimentare il nesso produzione-partecipazione. Dirigere in maniera sia direttiva che partecipativa.
    Creare climi più caldi: lavoro sul tono vocale, fattore decisivo.
    Governare i comportamenti automatici: attacco-fuga e spegnimento.
    Il Face-model e le “4 F”: coordinare, coinvolgere, aiutare, attivare.
  • Gli strumenti per l’HR-facilitatore
    F1-Coordinare (HR catalizzatore): fare gruppo più facilmente.
    Tecnica di apprezzamento e critica costruttiva. Casi concreti.
    F2-Coinvolgere (HR mediatore): una comunicazione più circolare.
    Tecnica del cambio turno. Casi concreti.
    F3-Aiutare (HR agente di aiuto): adozione di un metodo antinegatività.
    Tecnica di parola chiave, tripletta, terzo tempo, riunione di ascolto. Casi concreti.
    F4-Attivare (HR motivatore): attivazione, potenziamento, semi positivi.
    Tecnica delle riunioni attive a imbuto. Casi concreti.
  • Unità 3 – Le applicazioni
    Cenni sui processi che uniscono, l’union-making.
    Regia interazionale, doppia cornice, integrazione, ponte di azione.
    Casi concreti e ricadute operative nei diversi episodi organizzativi e tecnici.
In breve
date_range
Sessioni
Bologna, dal 24 al 31 Ottobre 2019
school
Docenti
Pino De Sario
gps_not_fixed
Area Tematica
Risorse umane
Metodologie
school
Lezioni frontali
Segreteria
didattica

Profili

HR manager
Skill Type
core skills

Sessioni

Data Orari Sede Durata
dal 24
al 31 Ott 2019
dalle 09:00
alle 18:00
Bologna 16H
Informazioni

Orari

dalle 09:00
alle 18:00

Durata

16H

Luoghi

Via Bassanelli Sario, 11 40129 Bologna BO

Referente

Anna Masotti

Scrivici

Docenti

Promozioni

Prezzo scontato per gli associati Confindustria

Metodologie

school
Lezioni frontali

Specifiche date e orari

24 e 31 ottobre 2019, 09.00 - 18.00

Allegati

Scarica
la scheda di iscrizione

Ti potrebbe interessare anche

La sinergia fra Earned Value Method e Risk Management
Scopri di più
La ricerca e selezione del personale
Metodi e strumenti innovativi e buone pratiche
Promozioni
Sconto per associati confindustria.
date_range
Bologna, dal 28 Ottobre al 11 Novembre 2019
school
Rita Ghidoni
Scopri di più
Il budget del personale
Promozioni
Sconto per associati confindustria.
date_range
Bologna, dal 20 al 27 Novembre 2019
school
Matteo Errigo
Scopri di più