Caricamento

The Training Booster

Mindset, metodi e strumenti del formatore tecnico

Overview

Progettare ed erogare attività di formazione in azienda è un’esperienza che chiama in gioco competenze di tipo tecnico-specialistico ma anche, e sempre di più, competenze relazionali e di facilitazione dell’apprendimento.
Si tratta di competenze non scontate che è possibile individuare e potenziare attraverso metodi di programmazione didattica, tecniche e metodologie, cura dei materiali, buona gestione del tempo e dei tempi.
E qualche trucco del mestiere.
The training booster è un percorso destinato ai formatori interni delle “academy aziendali” che trasmette solide basi e motivazioni, partendo dall’importanza e dal significato del ruolo del formatore in azienda, e guidando i partecipanti nelle diverse dimensioni coinvolte nell’attività: progettare ed erogare la formazione, misurare i risultati, capitalizzare al meglio l’attività attraverso la creazione di uno stimolante contesto di apprendimento permanente.

Programma

Essere un formatore
Che cos’è la formazione tecnica: dimensioni di lavoro, contesto, ruoli. Come imparano gli adulti. Il formatore “agile”: da docente a guida. Obiettivi: spiegare, abilitare, motivare, connettere, far crescere. Insegna come ti viene meglio: trova il tuo stile personale. Come coltivare ascolto, comprensione, ricordo e motivare all’applicazione pratica. Come insegnare al fare: se spieghi lentamente capisco rapidamente. Come insegnare a pensare: employees as entrepreneurs.Coltivare e trasmettere il Beta mindset: mettersi costantemente alla prova, coltivare il network, creare opportunità per il cambiamento, assumersi il rischio.
Progettare la formazione
I destinatari della formazione come “clienti”. Progettare l’esperienza d’apprendimento tecnico con il Design Thinking. Costruire l’identikit dei diversi destinatari con la Mappa dell’Empatia. Definire gli obiettivi di apprendimento per ogni tipologia di destinatario. Ancorare gli apprendimenti specifici attesi al contesto della prestazione. I contenuti formativi come “soluzioni abilitanti”. L’aula come “laboratorio esperienziale”. Le due macro-categorie delle competenze: conoscenze tecniche e capacità comportamentali. Definire la tassonomia di apprendimento. Le aree di capacità: cognitive, relazionali, gestionali, emotive e innovative. L’importanza dello storytelling nella formazione tecnica. Elementi di base dello storytelling: come costruire un racconto, come narrare per insegnare. Definire l’ambiente di apprendimento (fisico, digitale, Augmented Reality, Virtual Reality, Mixed Reality). I luoghi per la formazione in presenza (aule, laboratori, officine, stabilimento, sala riunioni e molto altro). Adeguare la modalità di costruzione dei contenuti e la scelta dei materiali didattici sulla base dei luoghi.
Erogare la formazione: metodologie e tecnologie per l’apprendimento
Patto formativo: obiettivi e condivisione delle regole.Portare tutti a bordo, generare motivazione, prevenire problemi, gestire obiezioni e resistenze. Creare l’attenzione: tecniche per aprire una sessione formativa con la struttura classica, digitale e blended. Stimolare l’apprendimento collaborativo: i tool per collaborare, strumenti gratuiti e metodologie per portare il gruppo a collaborare in modo sincrono. Metodologie didattiche in presenza: lezione, casi, affiancamento. Metodologie e-learning: adeguare la modalità di costruzione dei contenuti e la scelta dei materiali didattici all’ambiente digitale di apprendimento. Gestire correttamente i tempi. Gli strumenti per l’aula fisica: lavagne, proiettori, carta, penna, corpo… e non solo. La formazione a distanza: piattaforma, dashboard collaborative, room, creazione di quiz, test, mappe visuali.
Misurare l’apprendimento
Definire gli indicatori di efficacia della formazione. Valutare l’apprendimento con i 4 livelli di Kirkpatrick. Strumenti innovativi per valutare l’apprendimento nell’ambiente fisico e nell’ambiente digitale. Follow-up, apprendimento continuo, upskilling, reskilling e deskilling.
Guidare: crescere, far crescere, motivare
Lifelong learning / lifelong teaching: strategie e tecniche per assicurare stimoli e crescita in continuità. Perché il bravo formatore non smette mai di apprendere. Perché il bravo formatore ama trasmettere il proprio sapere. La trappola del formatore esperto: stimoli e strumenti per aggiornare in continuità contenuti e metodologie. Valutazioni periodiche e ri-progettazioni: che cosa ha funzionato bene? Cosa fare in modo diverso? Costruire e coltivare una “community of practice”. Organizzare e gestire i follow-up, momenti di confronto post formazione. The flipped classroom model: motivazione in continuità per i destinatari della formazione.

Ask me anything ( quota aggiuntiva € 500,00 + iva)
Alla conclusione del corso interaziendale possibilità di pianificare una sessione personalizzata one to one, da svolgere a distanza, della durata di 2 ore

In breve
date_range
Sessioni
Bologna, Live webinar: 16, 23 marzo 2023, 09.00–13.00
In aula, 30 marzo 2023, 09.00–18.00
Live webinar: 19 aprile 2023, 09.00–13.00
Fra il 20 aprile 2023 e il 30 giugno 2023, possibilità di pianificare la sessione one to one Ask me anything
school
Docenti
Giulia Ruta
gps_not_fixed
Area Tematica
Cross Skills
Product Specialist
person
Claudia Menchetti
phone
051 4151933
mail
Scrivici

Sessioni

Data Orari Sede Durata
dal 30 Mar 2023 Guarda info e date dalle 09:00
alle 18:00
Bologna 20H
Informazioni

Orari

dalle 09:00
alle 18:00

Durata

20H

Luoghi

Via Bassanelli Sario, 11 40129 Bologna BO

Referente

Claudia Menchetti

Scrivici

Docenti

Promozioni

Prezzo scontato per gli associati Confindustria Emilia Area Centro

Specifiche date e orari

Live webinar: 16, 23 marzo 2023, 09.00–13.00
In aula, 30 marzo 2023, 09.00–18.00
Live webinar: 19 aprile 2023, 09.00–13.00
Fra il 20 aprile 2023 e il 30 giugno 2023, possibilità di pianificare la sessione one to one Ask me anything

Allegati

Scarica
la scheda di iscrizione