Caricamento

Mobility Management

Non ci sono sessioni attive al momento

Overview

Le sfide del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e gli obiettivi virtuosi di Transizione Ecologica in grado di raggiungere gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 sono il perno attorno cui far ruotare i progetti di sviluppo sostenibile che offriranno occasione di innovazione tecnologica, competitività e occupazione: un’opportunità di crescita in grado di essere socialmente e ambientalmente desiderabile per tutti

Il settore della mobilità, che rappresenta 1/3 degli impatti ambientali del nostro sistema economico, sta attraversando un momento di rapida ascesa, destinato a rivoluzionare l’intero sistema dei trasporti, con lo scopo di favorire un nuovo modello di mobilità che, appunto, deve essere sostenibile. Proprio per queste premesse, sta crescendo sempre più la necessità all’interno delle aziende di individuare figure professionali che si occupino di tematiche legate alla sostenibilità e che siano in grado di coniugare le conoscenze specifiche a livello di tecnologia, innovazione, ambiente, normative ed economia.

La gestione della mobilità aziendale è infatti decisiva per lo sviluppo di un’impresa sul territorio, permette soprattutto di sviluppare strategie per migliorare l’accessibilità della sede aziendale e ottimizzare i costi e i tempi degli spostamenti casa-lavoro e lavoro-lavoro, dei propri dipendenti, migliorando la qualità del lavoro e aumentando la produttività.

Soprattutto per le aziende che hanno un elevato numero di dipendenti, la mobilità sostenibile diventa un asset strategico per definire il Bilancio di Sostenibilità Ambientale che l’Europa si accinge ad introdurre in maniera stabile entro la fine del decennio.

Il corso vuole fornire strumenti di analisi, gestionali ed operativi necessari per sviluppare progetti di mobilità sostenibile e redazione del PSLC (Piano degli spostamenti Casa-Lavoro) presentando le migliori pratiche ad oggi elaborate che consentono l’integrazione con le azioni di Responsabilità sociale delle imprese, facilitando il rapporto diretto con il territorio e sviluppando quella rete di relazioni necessarie anche con gli Enti locali che si occupano di Trasporto Pubblico per migliorarne il servizio complessivo.

Programma

I incontro

Politiche nazionali e mobilità sostenibile

1.Politiche nazionali sulla sostenibilità ed il mobility management;
la normativa italiana dal 1998 al 2021;

i. decreto “Ronchi” del 27 marzo 1998 (Mobilità sostenibile nelle aree urbane, in Gazzetta Ufficiale n. 179 del 3.08.1998) art. 3 istituzione del mobility manager aziendale per imprese con più di 800 dipendenti ed enti pubblici con più 300 dipendenti e del PSCL nei comuni compresi nelle zone a rischio di inquinamento atmosferico individuate dalle regioni (decreto del 20.05.1991);

ii. decreto “Ronchi” del 20 dicembre 1998 istituzione del Mobility Manager d’Area;

iii. prassi di riferimento UNI/PdR 35:2018 elaborata il 15 febbraio 2018 dall’Ente Nazionale di Normazione (UNI) per identificare 4 profili professionali della mobilità aziendale (mobility, fleet, travel e corporate mobility manager);

iv. legge, 221 del 28 dicembre 2015, art. 5, comma 6 istituzione del Mobility Manager Scolastico;

v. Decreto Legge (decreto rilancio) n. 34 del 19 maggio 2020 convertito in Legge n. 77 del 17 luglio 2020;

vi. decreto Interministeriale n. 179 del 12 maggio 2021 del Ministro della Transizione Ecologica di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili;

vii. Le linee guida per la redazione e l’implementazione dei Piani degli Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) del 5 agosto 2021.

1.La mobilità sostenibile;

i. XVIII legislatura;

ii. XVII legislatura.

2.I mezzi di trasporto sostitutivi all’autoveicolo individuale: il trasporto pubblico locale, il car-sharing, il car pooling e l’intermodalità;

3.Il welfare aziendale ed il mobility management (i rapporti tra le risorse umane, il welfare aziendale e l’insieme delle iniziative che ciscuna impresa pone in essere per gestire la mobilità dei propri lavoratori, con particolare attenzione agli spostamenti sistematici casa-lavoro-casa: budget a disposizione).

Esercitazione pratica: analisi delle condizioni strutturali di un’azienda portata ad esempio e dell’offerta di trasporto locale di riferimento (da verificarne la fattibilità nel primo incontro)

II incontro

PSCL: Piano spostamento Casa Lavoro

1.Piano Spostamento Casa Lavoro (PSCL): gli obiettivi di riduzione del traffico veicolare privato e l’individuazione delle misure utili ad orientare gli spostamenti casa-lavoro del personale dipendente verso forme di mobilità sostenibile alternative all’uso individuale del veicolo privato a motore endotermico, sulla base dell’analisi degli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti, delle loro esigenze di mobilità e dello stato dell’offerta di trasporto presente sul territorio;

2.Le linee guida per il PSCL: parte informativa ed analisi, parte progettuale, adozione, comunicazione ai dipendenti, monitoraggio;

3. La comunicazione ed il coinvolgimento in azienda: l’adozione del PSCL non ne garantisce il successo; è necessario che sia portato a conoscenza dei dipendenti per coinvolgerli nelle fasi di implementazione. La partecipazione dei dipendenti prevede un coinvolgimento attivo per coloro che sono o possono essere direttamente interessati dall’implementazione di una specifica misura prevista. Inoltre durante la fase di attuazione è necessario, dare continua pubblicità ai progressi ottenuti, perché è importante che le scelte siano condivise e accettate;

4.Un caso pratico (case study): esposizione dei risultati (saving degli inquinanti emessi) conseguiti dall’applicazione della misura identificata durante l’analisi dei questionari raccolti durante l’indagine.

Esercitazione pratica: sviluppo questionario (da verificare la compilazione del questionario da parte dei discenti e le conseguenti analisi degli spostamenti)

Prerequisiti

Il corso si rivolge ad imprenditori, direttori risorse umane, RSPP, ASPP manager di primo livello e chi segue e coordina temi legati alla mobilità del personale aziendale, e tutte quelle figure che si approcciano ad un piano di mobilità aziendale (ad esempio il Fleet Manager).

In breve
date_range
Sessioni
Stay tuned. Contattaci per conoscere le prossime date.
gps_not_fixed
Area Tematica
Sicurezza Privacy e Legale
Product Specialist
person
Giada Sacripanti
phone
051 4151960
mail
Scrivici

Allegati

Scarica
la scheda di iscrizione
scarica
la brochure