Caricamento

IeFP a Villa Ghigi, una giornata nella natura.

Quattro classi IeFP, una visita didattica guidata da operatori del Ceas. Durante la quale ogni allievo può utilizzare il proprio smartphone per scattare fotografie di quello che lo colpisce, che gli piace, seguendo l’istinto: paesaggi, particolari, alberi, nuvole…

Al ritorno in classe si dà l’avvio ad un laboratorio: a partire dalla scelta di una tra le foto scattate, si procede a stamparla e incollarla su un cartoncino formato A3. La consegna è:” Associare all’immagine fotografica un pensiero, usando le proprie parole o quelle di altri che rispecchiano il proprio sentire”.

La volontà è quella di ricercare uno sguardo più profondo, più lento, in contrasto allo scorrere veloce delle immagini sullo smartphone, per ritrovare un significato personale. Un ritorno al tempo analogico come integrazione dell’esperienza digitale…

Per il corpo docente che ha progettato l’attività si è trattato di dare una risposta. Alla domanda “che c’entra?”, alla richiesta di essere apprezzati per le proprie capacità, di essere visti nelle proprie emozioni più vere ed autentiche, di sperimentare momenti di soddisfazione personale, di fare qualcosa di bello tutti insieme, di portare l’importanza della natura, la sua forza rigeneratrice, nella vita di tutti i giorni.

Le foto dei ragazzi

Per saperne di più

In breve
event
Data
8 Febbraio 2019