1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 
Contenuto della pagina
Normativa di riferimento Decreto legislativo n. 81 del 15/06/2015

Apprendistato professionalizzante: novità e opportunità

 

L'apprendistato professionalizzante è un contratto di lavoro a contenuto formativo rivolto ai giovani tra i 18 anni (17 anni se in possesso di una qualifica professionale) e i 29 anni(sino al giorno precedente il compimento del trentesimo anno) finalizzato al conseguimento di una qualifica professionale spendibile nei diversi settori pubblici e privati. Questo contratto non può essere inferiore ai sei mesi e superiore ai 3 anni, 5 per le professioni artigiane individuate dalla contrattazione collettiva.

Non c’è limiti di età se il lavoratore al momento in cui si instaura il rapporto di lavoro è disoccupato e titolare di una qualsiasi indennità di sostegno del reddito o lavoratore in mobilità. Per informazioni: elena.minelli@fav.it

 
 

Come si articola

Formazione tecnico-professionale a cura dell'impresa

E' finalizzata all'acquisizione di specifiche competenze tecnico-professionali organizzate e svolte all'interno dell'azienda stessa al fine di fornire agli apprendisti un ventaglio di informazioni e nozioni strettamente connesse all'iter e ai processi di lavoro aziendali di riferimento (durata e modalità di erogazione sono stabilite a livello nazionale dai contratti collettivi o dagli accordi interconfederali)

 

Formazione di base e trasversale in aula

La formazione trasversale è finalizzata a far acquisire all'apprendista conoscenze e capacità attinenti con la mansione lavorativa svolta  dall’apprendista. Almeno il 50% delle ore deve essere quindi di contenuti professionalizzanti. La formazione obbligatoria sulla  Sicurezza non è compresa nelle 40 ore finanziate dalla Regione e deve comunque essere svolta dalle aziende prima dell’avvio dei corsi. Solo per gli apprendisti assunti nel periodo dal 12/04/2017 al 1/05/2018 e per i laureati nel periodo dal 2/05/2018 in avanti non è obbligatoria.

Gli assegni formativi (voucher)

La Regione Emilia Romagna prevede 40 ore di formazione di base e trasversale (per arrivare a un massimo di 120 ore in tre anni) da effettuarsi all'esterno dell'azienda presso enti di formazione accreditati come Fondazione Aldini Valeriani. Tali percorsi sono interamente finanziati dalla Regione attraverso l'erogazione di assegni formativi (voucher) del valore di 500 euro per apprendista. Se quest'ultimo ha già realizzato, interamente o in parte, la formazione sulla sicurezza sul lavoro, il percorso formativo verrà ridotto e il voucher riproporzionato.

Per gli apprendisti assunti a partire dal 1° ottobre 2015 all'11 aprile 2017:

  • se in possesso di laurea o titolo equivalente, le ore sono 40 e i contenuti sono quelli della prima annualità, 
  • se in possesso di diploma di scuola secondaria di II grado o di qualifica o diploma di istruzione e formazione professionale, le ore sono 80 e i contenuti sono quelli della prima e della seconda annualità; 
  • se privi di titolo, in possesso di licenza elementare e/o della sola licenza di scuola secondaria di I grado, le ore sono 120 e i contenuti sono quelli delle tre annualità

Per gli apprendisti assunti a partire dal 2 maggio 2018:

  • per tutti gli apprendisti non laureati e indipendentemente dalla durata del contratto  è prevista solo un’annualità della durata di 40 ore, da svolgere nella prima annualità,

La Fondazione Aldini Valeriani per le aziende

Per accedere all'offerta formativa, i datori di lavoro e i loro apprendisti devono selezionare una delle proposte inserite nel Catalogo e contattare l'ente di formazione che si occupa dell'organizzazione del corso e della richiesta dei voucher alla Regione. Fondazione Aldini Valeriani si attiva al fianco delle imprese su tutto il processo di inserimento dell'apprendista. Come? Fa risparmiare all'impresa tempo e denaro richiedendo direttamente i voucher regionali. Offre un'assistenza di qualità rispondendo in tempo reale a qualsiasi esigenza. Progetta, consiglia  e documenta l'intero iter, garantendo sempre il rispetto dell''obbligo normativo (è possibile la consultazione on line dei documenti in ogni momento). L'offerta formativa è destinata anche agli apprendisti assunti con il contratto di apprendistato professionalizzante stagionale.
Oltre a questo per gli apprendisti assunti fuori dalla Regione Emilia Romagna è previsto il servizio di analisi dei necessari adempimenti burocratici e la messa in contatto con l’ente di riferimento per la formazione d’aula, per la Regione di assunzione.

Dicono di noi

 

Download e contatti


Contatti
Elena Minelli
Tel. 051.4151911
Fax 051.4151920
elena.minelli@fav.it